Giurisdizione in materia di tributi- cartella esattoriale – pagamento – sgravio – ripetizione indebito – (azione) eccezione di compensazione – sussistenza della giurisdizione del giudice ordinario e non di quello tributario

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione sono chiamate a regolare la giurisdizione con riguardo ad una domanda con la quale il contribuente chiede la condanna della concessionaria Equitalia alla restituzione di una somma indebitamente trattenuta a seguito di pignoramento presso terzi eseguito per il pagamento di una cartella che la ricorrente aveva impugnato davanti alla commissione tributaria, la quale, a suo tempo adita, aveva dichiarato la cessazione della materia del contendere a seguito di provvedimento di sgravio.

La Procura generale della Corte di cassazione ha depositato requisitoria, osservando che la sentenza di cessazione della materia del contendere per intervenuta definizione della lite emessa dalla CTP a seguito di provvedimento di sgravio emesso dall’amministrazione finanziaria deve essere equiparata, quoad effectum, al formale riconoscimento della sussistenza del diritto al rimborso. Ha, quindi, chiesto di affermare la giurisdizione del giudice ordinario sulla domanda di ripetizione d’indebito, senza che Equitalia possa far valere in giudizio, in via di compensazione, un credito da accertare innanzi al giudice tributario.